Cabomba furcata (piauhyensis)

 

Codice prodotto 1403
Categoria Piante in vasetto
Marca Anubias
Disponibilità no
Disponibilità altri pezzi previo ordine no

Segnala ad un amico

Altre domande ?

Cabomba furcata Schult.f.



Cabombaceae
La famiglia delle Cabombaceae è una famiglia di piante acquatiche e palustri che comprende 2 generi Brasenia e Cabomba. Possono essere laticifere anche con succhi colorati, sono perenni idrofite radicanti. Possono vivere sia emerse che sommerse che galleggianti. Possono presentare eterofillia (diversi tipi di foglie a seconda dell’ambiente) e quindi presentare foglie sommerse profondamente divise e emerse intere peltate, oppure tutte foglie intere o tutte divise. Le foglie sono opposte o alterne. Fiori trimeri ciclici o parzialmente ciclici. Il frutto è un follicolo.

Distribuzione e origine:
Zone calde dell’America meridionale, e alcune zone del centro America.

Descrizione botanica: 
Cabomba furcata è una pianta acquatica con fusti lunghi e flaccidi. Le foglie sono inserite normalmente in verticilli di 3 solo raramente opposte, sono picciolate (dotate di picciolo) reniformi o quasi rotonde laciniate (profondamente divise in lacinie, cioè ridotta a 5 - 7 segmenti lineari ramificati 2 volte). Il colore della pianta è variabile dal marrone al rosso vinaccia. L’apparato radicale è poco sviluppato, sono però normalmente presenti radici avventizie bianco-verdi che si dipartono dai nodi. I getti fioriti sono emessi sopra la superficie dell’acqua assieme ad alcune foglie galleggianti peltate. I fiori sono trimeri, con corolla rosa intenso, blu-viola o ancora bianchi e calice verde, portati singolarmente all’ascella delle foglie. Il frutto è un follicolo, i semi sono ovali o ellittici, verrucosi dotati di spine.

Coltivazione:
Cabomba caroliniana è una pianta molto esigente, forse una delle piante in commercio più difficili da coltivare. Necessita di acqua molto tenera, con pH da neutro o fortemente acido (pH 5-7 ; GH 5-6 ; KH 2-4). L’illuminazione deve essere molto forte, si consigliano lampade che consentano una forte penetrazione fino a fondo vasca (HQL; HQI; T5) oppure adottare vasche piuttosto basse (<50cm), inoltre è meglio mantenere un’acqua molto limpida in modo da evitare la perdita di luce. Le temperature sopportate sono invece piuttosto alte, infatti riesce tranquillamente a sopportare T>30°C con rilevazioni nei luoghi di origine anche di 35°C, ad ogni modo si considerano ottimali 24 – 30°C. Il substrato ottimale è costituito da sabbia fine in quanto, come per quasi tutte le specie a stelo che radicano poco, un fondo in sabbia sottile garantisce una migliore stabilità della pianta e un miglior ancoraggio. Sono indispensabili una attenta fertilizzazione in colonna per garantire tutti gli elementi nutritivi necessari, un costante controllo della qualità dell’acqua (sopporta poco i Sali in soluzione) e un corretto apporto di CO2 che aiuterà anche a mantenere i giusti valori di pH desiderati dalla pianta. Se la pianta si trova in una ambiente non consono deperirà molto velocemente. Si tratta quindi di una pianta dall’aspetto molto decorativo ma di non semplice coltivazione e che quindi è da consigliarsi a persone sufficientemente esperte e in grado di riuscire con successo.

 

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.